Assicurazione all’Estero, come funziona la Carta Verde

La Carte verde viene anche chiamata Carta internazionale di assicurazione, interessante i veicoli a motore, per la circolazione su strada delle vetture all’estero. Senza il rilascio della stessa si renderà del tutto illegale la circolazione su strada in diversi paesi esteri, nonostante la regolare documentazione di intestazione del proprio mezzo.

La polizza assicurativa RCA viene difatti riconosciuta all’estero proprio grazie alla Carta verde internazionale, rilascata presso le compagnie assicurative su richiesta del titolare. La stessa non sarà necessaria all’interno dei paesi siglanti diversi accordi specifici tra cui Spagna, Svezia, Ungheria, Serbia, Slovenia, Svizzera, Finlandia, Estonia, Francia, Olanda, Grecia, Norvegia, Irlanda, Romania, Repubblica Ceca, Malta, Portogallo, Polonia, Lettonia, Lituania, Cipro, Andorra, Austria, Islanda, Germania e Danimarca. Per tutti gli altri paesi stranieri dovrà invece essere presentata la Carta verde internazionale al fine di poter utilizzare la propria vettura su strada. Attraverso questo articolo specifico ci occuperemo di approfondire tutto ciò che riguarda la richiesta della Carta verde, soffermandoci sull’iter burocratico da seguire.

 

Come Ottenere la Carta Verde

Fatta eccezione per i paesi sopra citati, per la circolazione su strada attraverso il proprio veicolo, si renderà necessaria la presentazione della Carta verde internazionale. Tra i paesi dove dovrà essere presentata si trovano il Marocco, Turchia, Macedonia, Iran, Israele, Bierorussia, Albania, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Moldavia, Russia, Tunisia, Ucraina.

Molte delle compagnie assicurative presenti sul territorio italiano, come ci suggerisce Qui Assicurazione, consentono una richiesta del rilascio della Carta verde internazionale al momento del rinnovo della polizza, ma in assenza di tale agevolazione si dovrà invece seguire un iter burocratico differente. Si renderà necessario quindi accertarsi del rilascio della Carta verde al momento del rinnovo della polizza assicurativa e procedere con la richiesta specifica in caso di assenza del documento. All’interno della Carta verde si troveranno inoltre presenti i paesi soggetti alla circolazione e quelli per i quali il documento non si renderà invece necessario.

Nel caso in cui il paese estero nel quale il titolare della polizza necessiti di recarsi con il proprio veicolo non risulti all’interno della lista dei territori soggetti alla circolazione della Carta verde  dovrà essere presentata un’espressa richiesta di autorizzazione. Regolamentare la posizione della propria polizza assicurativa prima di recarsi all’interno di un paese estero risulterà fondamentale al fine di non incorrere in ritardi, negazione della circolazione stradale, costi aggiuntivi. Si potrà quindi optare anche per l’acquisto di una copertura RCA provvisoria e momentanea presso gli uffici specifici di frontiera, denominata Polizza Temporanea di Frontiera.

La polizza assicurativa integrata sarà rilasciata sulla base delle regolamentazioni del codice stradale in correlazione alle norme vigenti all’interno del paese straniero dove il guidatore intende recarsi. Tra i paesi ai quali dovrà essere presentata un’autorizzazione specifica si trovano gli Stati Uniti e il Canada, i quali rilasceranno una polizza RCA provvisoria.

Il documento stipuato presso gli uffici della frontiera consentirà il passaggio della propria vettura e la circolazione su strada nel rispetto del codice stradale del luogo. Prima di scegliere una meta estera dove portare anche la propria automobile si dovranno quindi conoscere nel dettaglio tutte le regolamentazioni della Carta verde internazionale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *