tutti i consigli migliori sul mutuo cointestato

Mutuo Cointestato: cos’è e quali sono i vantaggi e svantaggi

Acquistare un immobile è un passo decisamente molto importante nella vita di un individuo soprattutto perché comporta la necessità di avere a disposizione una ingente somma di denaro. Ma come fare a riuscire ad avere la somma necessaria per acquistare una casa? Ad oggi, il mutuo rappresenta l’unica soluzione per tutti coloro che intendono acquistare un immobile.

Per richiedere un mutuo bisogna rivolgersi ad un istituto bancario, fornire la documentazione necessaria ed attendere l’esito della richiesta. Il mutuo può essere richiesto sia da un singolo individuo che da due individui. Nel caso in cui la richiesta venga effettuata da due individui si parla di mutuo cointestato. Di seguito, vedremo cosa è e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un mutuo cointestato.

 

Mutuo cointestato: cosa è

 

Quella del mutuo cointestato è una pratica che, se, da una parte, consente di avere alcuni vantaggi, dall’altra potrebbe essere la causa dell’insorgere di questioni di vario genere decisamente spiacevoli da gestire soprattutto nel caso in cui, nonostante la condivisione del debito, le rate vengano saldate da una sola persona.

Prima di approfondire in maniera dettagliata i vantaggi e svantaggi di un mutuo cointestato, però, è opportuno spiegare cosa si intende con precisione con il termine cointestazione.

 

Chi può richiedere un mutuo cointestato

 

La cointestazione di un mutuo è una modalità di concessione di un credito che prevede il coinvolgimento di più individui. Essa può essere effettuata o a seguito di una esplicita volontà dei richiedenti del mutuo o, piuttosto, in conseguenza della necessità dell’istituto di credito di avere ulteriori garanzie per poter accogliere la richiesta.

Tenendo presente che il maggior numero dei mutui cointestati vengono richiesti da coppie di individui sposati, è opportuno segnalare che essi possono essere richiesti anche da individui che non sono legati da vincoli familiari e/o matrimoniali. Negli ultimi tempi, infatti, a fare richiesta di mutui cointestati sono, ad esempio, conviventi che decidono di acquistare un immobile dividendo le spese del mutuo piuttosto che pagare un affitto.

 

Consigli su come scegliere il mutuo

 

Vantaggi e svantaggi del mutuo cointestato

 

Il vantaggio di un mutuo cointestato sta nel fatto che la banca che deve concedere il credito ha più garanzie e, dunque, la richiesta ha molte più possibilità di essere accolta.

A riguardo, è opportuno chiarire che la banca non ha alcun interesse a sapere quale dei due intestatari si occupa di saldare le rate poiché, nell’eventualità in cui esse non vengano pagate, ha il diritto di rivalersi nei confronti di entrambi anche nel caso in cui sia uno solo dei due a produrre reddito.

 

Mutuo cointestato: le conseguenze del mancato pagamento

 

In questa sede, è necessario specificare che i mutui cointestati, per la maggior parte, vengono richiesti nel caso in cui tutti e due i richiedenti diventino proprietari dell’immobile da acquistare. Talvolta, però, può palesarsi la situazione in cui solo uno dei due richiedenti diventi proprietario dell’immobile. In tale caso, l’altro soggetto partecipa in qualità di garante.

In merito, è importante tenere presente che, nel caso vi sia un mancato pagamento di una rata, l’istituto che ha concesso il credito deve prima fare rivalsa sul proprietario e, solo in caso di necessità, ha diritto di ricorrere al garante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.