valeriana per dormire bene

Rimedi naturali per dormire: valeriana officinalis

La Valeriana Officinalis è una pianta tipica dell’Europa e dell’Asia, proveniente dal ceppo delle valerianaceae, delle quali è la più conosciuta ed usata, sia come rimedio naturale per dormire e per placare l’ansia, sia per curare l’intestino irritabile. Ecco come utilizzare la valeriana per dormire bene.

Quali sono le proprietà della Valeriana Officinalis?

La pianta ha, innanzi tutto, un odore decisamente sgradevole, che le viene conferito dalla presenza di oli essenziali, alcaloidi e flavonoidi. Gli esteri degli acidi valerianici e gli iridoidi hanno la capacità di inibire l’enzima atto alla degradazione metabolica del neurotrasmettitore gamma amino-butirrico. Quest’ultimo è, infatti, il regolatore della eccitabilità neuronale e del rilassamento ed induzione del sonno: molti sono i farmaci che, proprio per indurre calma e rilassamento, agiscono stimolando questa tipologia di ricettori, detti anche Gaba.

Dunque, la valeriana è perfettamente indicata per mitigare i disturbi del sonno e dell’ansia, grazie alle sue proprietà sedative, rilassanti e ipnoinducenti.

Come utilizzare la Valeriana Officinalis?

E’ necessario specificare sin da subito una cosa: è stato dimostrato che un uso prolungato ed alte dosi di valeriana provocano una serie di disturbi, come la tachicardia: si consiglia, quindi, di rivolgersi sempre ad un esperto e farsi istruire circa le dosi consigliate. In generale, ci sono vari preparati in commercio, come integratori alimentari, con radici, rizomi e stoloni, infusi e gocce, a base di radici essiccate, ma anche capsule e compresse, che contengono altre parti della pianta stessa. Per quel che riguarda l’infuso, basta prepararlo con acqua e valeriana radice: basta lasciarlo in infusione per circa dieci minuti, in modo da ottenere l’effetto antispasmodico e sedativo. Altrettanto efficace è la tintura, ovvero le gocce a base di valeriana, che devono essere sciolte sempre in un po’ di acqua ed assumerle circa mezz’ora prima di andare a dormire. Infine, sono disponibili le capsule o compresse ed anche in questo caso è consigliabile assumerle circa mezz’ora prima di andare a letto, per dare tempo alla valeriana di fare effetto.

Come nasce la Valeriana Officinalis

Conosciuta sin dal Medioevo, il nome valeriana deriva dal latino valere, che vuol dire “avere forza”. Il nome popolare è invece “erba dei gatti”, poiché questa pianta esercita una sorta di effetto stupefacente per i felini, che la distruggono strofinandosi sopra, rendendo praticamente impossibile alla valeriana di crescere nei giardini.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.