seguire la F1

La prossima stagione di F1 consacrerà Verstappen?

La stagione della F1 che sta per iniziare si prospetta senza dubbio come una delle più interessanti degli ultimi anni per diversi motivi, tra cui la curiosità di vedere la Mercedes senza Rosberg, che dopo aver conquistato il titolo iridato ha deciso per un incredibile ritiro.

Ma secondo molti esperti e addetti ai lavori il vero protagonista designato della stagione di F1 ormai alle porte sarà Max Verstappen, vero enfaint terribile del circus che non ha ancora vent’anni e che è già considerato uno dei talenti più cristallini che questo sport abbia sfornato nella sua lunga storia.

Secondo molti Verstappen jr lotterà per il titolo nella prossima stagione di F1 e potrebbe anche riuscire a vincerlo, considerando il mix esplosivo che potrebbe nascere dalla Red Bull e dal suo immenso talento, già più volte mostrato in questa sua primissima parte di carriera nel circus. E a credere nelle sue potenzialità sono anche due personaggi che di talento se ne intendono eccome, ovvero Adrian Newey e Alain Prost.

Adrian Newey vede in lui qualcosa di Nigel Mansell

Adrian Newey ha un’esperienza ormai assai consolidata nel mondo della F1 e ha avuto modo di lavorare fianco a fianco con alcuni dei piloti che hanno fatto la storia di questo sport, tra cui per esempio Nigel Mansell, a cui diede senza dubbio un aiuto notevole per la conquista del titolo di Campione del Mondo nel 1992.

E Newey, parlando di Verstappen, lo ha paragonato proprio a Mansell, l’unico di cui Senna aveva un po’di timore durante le battaglie in pista: l’attuale tecnico di punta della Red Bull ha affermato che nel modo di guidare del giovanissimo olandese gli sembra di rivedere proprio Mansell e la sua grinta.seguire la F1

Ed anche se l’irruenza e il coraggio del giovanissimo pilota della Red Bull hanno creato più di qualche polemica nel circus, Newey ha affermato che vederlo correre è qualcosa di decisamente emozionante non solo per gl spettatori, ma anche per gli addetti ai lavori, perchè non si sa mai quello che potrebbe provare per riuscire a raggiungere il proprio obiettivo, sia esso un sorpasso, la difesa della posizione o la vittoria finale in un Gran Premio.

E Prost lo paragona a Senna

Un’altra delle caratteristiche di Verstappen è quello di riuscire a rimanere assolutamente concentrato, senza farsi minimamente condizionare da quel che accade durante la gara e anche dopo la bandiera a scacchi.

Prost, che di Senna è stato grande rivale, ha recentemente affermato che anche se ogni pilota è figlio della propria epoca e fare paragoni risulta qualcosa di concettualmente sbagliato, non si può negare una somiglianza tra la leggenda brasiliana e il giovane olandese.

L’ex pilota francese, che ha vinto il titolo di Campione del Mondo di F1 per quattro volte, ha elogiato la capacità di guida di Verstappen e ha affermato che la sua caratteristica principale è la grandissima forza mentale che ha mostrato nel corso di ogni gara e anche davanti alle polemiche che fino ad adesso ne stanno accompagnando l’ascesa: questa caratteristica, secondo Prost, lo avvicina a Senna.

Quindi il 2017 sarà l’anno di Verstappen?

Senza dubbio questi paragoni potrebbero risultare esagerati, ma chi segue la F1 sa perfettamente di avere davanti un grandissimo talento che potrebbe davvero scrivere e riscrivere la storia di questo sport, al pari di mostri sacri come Senna, Prost e Schumacher, solo per citare i campionissimi dell’epoca più recente.

Suggerito da: Sky Formula 1

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *