robot

Robot piscina, come scegliere la tecnologia giusta

Avere una piscina in giardino è un piacere, la sua manutenzione però lo è un po’ meno. Ovviamente una piscina che si vuole mantenere efficiente il più a lungo possibile deve essere necessariamente curata, non c’è da discuterne Quello che però si può fare è decidere se pulirla manualmente o se affidarsi alle nuove  tecnologie disponibili, quindi a un robot piscina, cioè quel piccolo robot che è in grado di essere programmato per la pulizia della piscina. Ce ne sono diversi e di diverse fasce di prezzo, vediamo come scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Robot piscine, come scegliere quello giusto

Se si vuole pulire la piscina in modo rapido ed efficace, la soluzione d’obbligo è quella di optare per un robot. Naturalmente non tutti i robot vanno bene per qualsiasi tipo di piscina, come puoi vedere qui www.piscinelaghetto.com, e allora si deve capire quale sia il più adatto in base alla tipologia della propria piscina.

La prima cosa che si deve considerare è appunto la tipologia di piscina: si tratta di una piscina interrata, fuori terra, e in questo secondo caso ha le pareti rigidi o flessibili, è gonfiabile o con struttura? Iniziamo a dire che se si tratta di una piscina fuori terra autoportante la scelta più adatta è quello di un pulitore robot per il fondo, le pareti andranno pulite manualmente per non correre il rischio di lacerarle.

Ovviamente anche la forma della piscina incide nella scelta del robot pulitore. Se il fondo è piatto si può optare per un robot semplice, anche a due motori, la potenza sarà sufficiente per assicurare una pulizia ottimale. Se invece il fondo presenta asperità, come gradini, allora sarà bene optare per un robot a tre motori, con una maggiore capacità di pulizia per questo tipo di fondale.

Infine, se la piscina fosse rivestita con piastrelle, allora si dovrà valutare la possibilità di acquistare un robot a 4 ruote motrici o di un modello a ventosa, con spazzole specifiche per quel tipo di pareti.

Diverse tecnologie per diverse necessità

robot-piscinaIn commercio ci sono diversi tipi di robot per la pulizia della piscina che, come abbiamo appena visto, devono essere scelti in base alle necessità e alla tipologia della piscina stessa. Ciascuna tecnologia robot ha vantaggi e svantaggi e, ovviamente, fasce di prezzo differenti. Tra le altre cose che si devono prendere in considerazione nella scelta del robot per la pulizia delle piscine c’è sicuramente l’ingombro. Ci sono robot compatti, molto leggeri, che possono essere utilizzati con molta facilità, naturalmente questi vanno in una fascia di prezzo medio alta.

Si può poi optare per robot telecomandati, oggi ci sono anche diverse app che possono essere scaricate direttamente sul proprio cellulare e con cui telecomandare il proprio robot, esattamente come accade per la domotica in generale.

La manutenzione del robot

Qualsiasi tipo di robot si sia scelto, a prescindere dalla sua tecnologia, si dovrà sempre curare la sua manutenzione affinché possa durare di più. Il cestello filtrante deve sempre essere pulito alla fine di ogni ciclo di pulizia, le spazzole, invece, si cambiano a fine stagione. Mai dimenticare il robot immerso nell’acqua, ci si deve sempre ricordare di toglierlo perché il cloro può danneggiarlo gravemente se esposto a un lungo periodo di tempo, una volta portato in superficie è bene sciacquarlo.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.