sviluppo di computer altamente sofisticati

Tech: l’esposizione ai social network

I social network: risultati opposti all’obiettivo

Come tutti sappiamo, i social network sono delle piattaforme online in cui chiunque si può registrare per condividere informazioni personali, foto e video.

Tra i social più celebri in Europa e nel mondo troviamo Facebook, Youtube, Twitter, Instagram, ecc..
Questi programmi vengono utilizzati molto spesso anche da personaggi molto famosi, i quali, per mantenere intatta la loro notorietà, creano dei profili in cui essere seguiti dai loro fan (detti anche followers).

Con l’evoluzione del mondo tech, che passa dallo sviluppo di computer altamente sofisticati, fino ad arrivare alla creazione di smartphone e tablet, l’ev-tech (o anche exposition value tachnology) diventa sempre più grande soprattutto tra le generazioni più giovani, nate e cresciute con questi nuovi congegni.

Quanto c’è però di social in queste piattaforme? Se partiamo dal presupposto che esse sono state create con l’intento di unire le persone di tutto il mondo aumentando le relazioni tra le stesse, i risultati di uno studio fatto su un gruppo campione di individui sono tutt’altro che incoraggianti.
Questo tipo di tecnologia, più che unire, sta paradossalmente creando isolamento sociale nella vita reale tra gli individui che li utilizzano quotidianamente o saltuariamente.

Un’elevata esposizione ai social: l’isolamento sociale

L’elevata esposizione alla tecnologia ed ai social network può causare isolamento sociale soprattutto tra coloro che visitano i loro profili social per più volte nell’arco di una giornata: ad affermare ciò, è uno studio pubblicato sull'”American Journal of preventive medicine”, nel quale è stato preso un campione di 1787 persone di età compresa tra i 19 ed i 32 anni.

In questo sondaggio, si chiedeva ai soggetti partecipanti di descrivere le loro abitudini in merito all’uso di 11 social network (Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Snapchat, Tumblr, Reddit, Google+, Vine, Pinterest e Youtube).sviluppo di computer altamente sofisticati

I risultati della ricerca hanno dimostrato che coloro che utilizzano i social network per oltre due ore al giorno hanno il doppio delle possibilità di essere socialmente isolati rispetto a coloro che invece non visitano i loro profili oltre mezz’ora al giorno.

La ricerca ha inoltre evidenziato che chi visita i social network più di 58 volte a settimana possiede un rischio percepito di isolamento sociale tre volte superiore a chi non supera le 9 visualizzazioni settimanali.

Dati reali, ma solo in parte

I risultati di tale ricerca, tuttavia, si rivelano veritieri solo in parte, in quanto tacciono sulle motivazioni d’uso dei social network ed anche sull’influenza esercitata dall’aumento dell’età sulle possibilità di intraprendere nuove relazioni.

Per quanto riguarda il primo aspetto, è necessario precisare che l’uso del social network non sempre è la causa dell’isolamento sociale: bisogna vedere, infatti, se il soggetto che utilizza i social lo fa perchè si sente escluso socialmente o se, al contrario, si isola a causa dell’abuso di questi programmi.

In merito all’influenza dell’età, invece, possiamo dire che con l’aumento di quest’ultima diminuiscono le possibilità di instaurare relazioni nuove, e quindi i social network possono essere un elemento positivo.
Pertanto i risultati di questo sondaggio non possono essere generalizzati a tutta la popolazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *