Arredare in stile minimalista

Solitamente si è portati a pensare che lo stile di arredamento minimalista si scomodo e poco funzionale in quanto sembra non esserci niente di quello che si è abituati a vedere in una casa. In realtà il minimalismo è un equilibrio perfetto tra il design e la praticità funzionale degli arredi. La differenza tra l’arredamento moderno e quello minimalista è l’esaltazione degli spazi e della luce che quest’ultimo dona agli ambienti creando atmosfere che si possono definire artistiche, quasi surreali.

Come arredare interni in stile minimalista

Un abitazione arredata in stile minimal può divenire una vera e propria oasi di pace interiore grazie alla serenità che esprime in contrasto con la confusione che si vive nella vita quotidiana esterna. Il punto focale di questo stile è l’organizzazione. Ogni cosa deve avere un suo preciso posto dove essere rimesso dopo l’uso. Lo spazio deve essere ottimizzato al massimo lasciando ariosità e spazi aperti che lascino passare la luce naturale, grandi vetrate sono l’ideale per un arredamento minimalista. I mobili devono avere linee semplici e forme geometriche con assenza totale di maniglie che disturbino la linearità. Le ante saranno apribili con il sistema a gola o a pressione. Mensole e scaffali sono banditi, tutto deve essere chiuso all’interno dei mobili. Quello che non può essere nascosto deve avere un design adeguato, per questo motivo spesso gli elettrodomestici rappresentano l’investimento più oneroso della cucina minimalista. La luce è fondamentale, principalmente va esaltata la luce naturale ma particolare attenzione va posta che alla luce artificiale che si rende protagonista nelle serata in ambienti minimal. In realtà non servono molti elementi esterni in quanto rovinerebbero lo stile minimalista occupando spazio. Si possono utilizzare faretti multi direzionali posizionati in modo strategico sia dall’alto verso il basso che viceversa o lampade da terra con linee di design che richiamano delle opere d’arte moderna. Nello stesso modo qualsiasi oggetto che si voglia inserire per decorare la stanza deve rispettare lo stile.

Come scegliere i colori e i materiali minimal

Quando si parla di minimalismo in arredamento vale la massima “meno è più”, questo vale anche per quanto riguarda le colorazioni. La tavolozza si limita infatti alle tonalità che variano dal bianco assoluto al grigio e qualche volta sconfina nel nero. Per quanto riguarda i materiali utilizzati più comunemente vi sono il legno laccato, il linoleum, la pietra e la ceramica bianca. le pareti sono bianche e poco decorate con quadri di arte moderna che rispettano lo stile geometrico e lineare dell’arredamento minimalista. Grandi specchi privi di cornice aiutano ad illuminare l’ambiente rendendolo ancora più spazioso nella sua essenzialità. L’organizzazione di ogni ambiente consente di ottenere molto spazio contenitore per ogni oggetto che normalmente si utilizza in ogni abitazione senza dover rinunciare a nulla. L’aspetto “vuoto” delle stanze rilassa e da respiro alla casa e alle persone che trovano in questo stile minimal un ambiente rigenerante per corpo e mente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.