dove trovare un programmatore affidabile

Le competenze di un programmatore

Un programmatore è una figura professionale che deve essere dotata di determinate competenze, molte delle quali richieste mentre altre aggiuntive ma comunque essenziali per la sua formazione professionale.

Ecco quelle che vengono maggiormente richieste a chi opera in questo settore e assume il ruolo di programmatore.

 

Il linguaggio del web: l’HTML

 

La figura del programmatore oggi ha subito diverse variazioni ed evoluzioni al punto tale che questa non si occupa solo ed esclusivamente di realizzare software specifici oppure resettare, potenziando di conseguenza, un computer.

Egli deve anche essere in grado di operare col web ovvero deve essere in grado di realizzare dalle basi un portale per l’azienda con la quale ha un rapporto lavorativo.

Il linguaggio HTML5, ovvero l’ultimo per ora in vigore, deve essere attentamente conosciuto ed in grado di essere analizzato e sfruttato nel migliore dei modi da parte del programmatore.

Ad esso si affiancano altri linguaggi fondamentali come quelli dei vari script che operano direttamente sul web e che permettono di avviare video, aprire file multimediali e operazioni similari.

 

Il linguaggio dei blog e non solo: il PHP

 

Altro tipo di linguaggio che un programmatore deve assolutamente essere in grado di padroneggiare è quello conosciuto con l’acronimo di PHP.

Esso è essenziale proprio per il semplice fatto che molti applicativi sfruttano appunto questo genere di linguaggio che deve essere conosciuto in maniera ottimale.

Siti realizzati con WordPress e che contengono quindi tale tipologia di applicativo necessitano di una buona conoscenza del linguaggio informativo PHP senza il quale sarebbe impossibile svolgere delle operazioni sfruttando il web.

 

Il linguaggio Java

 

Ovviamente non deve e non può mancare una delle competenze classiche che permettono ad un programmatore di sfruttare al meglio le sue conoscenze per realizzare programmi e non solo.

Java, con tanto di applicativi ed altre versioni quali Javascript, permettono di svolgere una vasta serie di operazioni che hanno, alla loro base, proprio l’utilizzo di tale linguaggio.

Per poterlo sfruttare al massimo sarà importante che il programmatore sia a conoscenza di tutte le diverse funzioni che possono essere svolte adoperando questo genere di linguaggio che, ad oggi, risulta essere uno di quelli maggiormente conosciuti ed utilizzati nella fase di programmazione offline.

 

Una competenza fondamentale: C++

 

C++ è considerato da molti come il percussore di molti linguaggi di programmazione e quindi ormai in pensione.

In realtà si tratta di un applicativo che riesce ad essere ancora utilizzabile ed in molti richiedono questa competenza soprattutto quando gli altri linguaggi non permettono di portare al termine uan determinata fase di programmazione.

Ovviamente ogni buon programmatore che si rispetti deve anche essere dotato di spiccato senso di ottimizzazione del suo lavoro finito, in maniera tale che ogni eventuale miglioria possa rendere maggiormente utile il compito che egli ha portato al termine, ed inoltre il programmatore deve anche essere in grado di adattarsi ad ogni richiesta di chi gli commissiona un lavoro in modo tale che questo possa essere svolto in base alle sole ed uniche richieste espresse da parte dello stesso cliente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.