The Walking dead: la serie TV da record

Molti o forse tutti, avranno sentito parlare della popolare e fortunata serie TV The Walking Dead, prodotta nel 2010 e ideata dal regista Frank Darabont. La serie riprende le vicende dell’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman, aggiungendo però molti elementi inediti al fumetto stesso.

The Walking Dead: trama

La serie TV narra le vicende dello sceriffo Rick Grimes vittima di un incidente in uno scontro a fuoco. Rimane in coma per sei mesi e al suo risveglio trova una situazione totalmente capovolta: i morti si risvegliano e attaccano i vivi, che sono sempre di meno. Grazie alle sue doti e alle sue abilità lo sceriffo cercherà di uscire fuori dalla città, incontrando la sua famiglia e il suo vecchio amico Shane. La serie è ancora in produzione e conta 5 stagioni, in Italia è trasmessa da Fox.

skyonline-thewalkingdead
I motivi del successo

Il fenomeno che si è creato dietro questa serie TV e davvero smisurato, tanto che, dal 2010 ad oggi ha vinto numerossisimi premi, tra i quali possiamo ricordare Emmy 2011 e 2012, Golden Reel Awards 2011 e 2012 oltre alla migliore serie TV e il miglior cast televisiovo sempre nell’anno 2012.

Tra i tanti motivi del successo, secondo Glen Mazzara, vi sarebbe la credibilità degli zombie. Nel nostro immaginario gli zombie vengono visti come esseri che incutono temore, tenebrosi e spaventosi ed è quello che sono riusciti a ricreare nella serie TV.

Quanti di voi, al di là del programme e delle sceneggiature, non hanno mai pensato agli zombie paragonandoli a quelli di The Walking Dead?
Sarà il trucco, perfetto e curato nei dettagli, che fa la differenza rispetto a tutti gli altri zombie visti sui vari set.

Zombie stessi che molte volte, nel corso degli episodi, si dimostrano “umani”: a volte si domostrano dei buoni vicini, persino degli amici se si è disposti a superare il confine del loro aspetto e vederli con simpatia. Questa umanità degli zombie è visibile in molti episodi, e vi lascerà davvero a bocca aperta.

Un altro ingrediente fondamentale è rappresentato dall’imprevedibilità: molti episodi lasciano lo spettatore con numerosi punti di domanda e con la voglia di continuare a vedere la serie TV incessantemente, senza tregua, caratteristica questa che ha portato grande notorietà a The Walking Dead.
Anche gli spunti del fumetto hanno contribuito molto alla buona riuscita della serie TV.
Non è molto semplice, infatti, trasformare una storia come questa, che viveva sulla carta, in un prodotto televisivo di alto livello.

Un progetto ambizioso

Insomma, un progetto molto ambizioso e molto ben riuscito, viste anche le difficoltà iniziali riscontrate, che ha saputo letteralmente rapire una fetta sempre più ampia di telespettatori, il che l’ha portata ad affermarsi nel mondo!
Una base solida è rappresentata dalla voglia di andare avanti nella serie da parte di produttori, regista e attori, i quali hanno dichiarato che contano e sperano di arrivare almeno a 12 stagioni totali, il che significa che The Walking Dead ci accompagnerà fino al 2022!

Notizia questa che farà molto piacere ai fans e agli appassionati che seguono le vicende di Rick episodio dopo episodio e che restano sorpresi ad ogni nuovo colpo di scena.
Per tutti coloro i quali non hanno visto la serie il consiglio è di darci un’occhiata.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.