Le novità inaugurate dalla tecnologia 3G

La tecnologia 3G (ovvero 3rd Generation) garantisce lo scambio di dati, in modalità wireless, tra due dispositivi mobili, come ad esempio tablet e telefonino. Prima del 2005, i device di tutto il mondo viaggiavano infatti utilizzando la rete di seconda generazione ovvero GSM, GPRS ed EDGE, che hanno portato allo scambio di SMS ed MMS.

Con l’arrivo dell’UMTS e dell’HSDPA invece, l’utente cambia le proprie abitudini, iniziando ad usare strumenti come lo smartphone o il palmare per effettuare le sue nuove attività quotidiane: tra cui connettersi alla rete internet per leggere news ed email, acquistare, chiamare e guardare video.

Breve storia della tecnologia 3G

In Italia in particolare, il servizio GSM è stato lanciato per la prima volta da SIP (poi Telecom Italia Mobile) nel 1992, seguita a ruota nel 1994 da Omnitel (l’attuale Vodafone) e da altri provider, grazie ad un provvedimento di illegittimità aperto dall’Unione Europea.

I servizi UMTS (Universal Mobile Telecommunications System) raggiungono il mercato italiano nel 2004, tramite l’assegnazione delle licenze da parte del Ministero; nello stesso anno, la compagnia AT&T Wireless inaugura il servizio in alcune città degli Stati Uniti come Phoenix, Detroit, Dallas e San Diego, ma lo standard base, un’evoluzione del GSM, venne inaugurato per la prima volta nel Regno Unito dalla compagnia 3, l’anno prima.tecnologia-3g

Fu però il Giappone a lanciare la nuova soluzione su larga scala, registrando, già nel 2005, ben il 40% dell’utenza collegata. Entro pochi anni, la concessione delle licenze per l’utilizzo della banda, aiuterà il protocollo ad introdursi e diffondersi a macchia d’olio anche negli altri continenti.

I vantaggi della tecnologia 3G

Viaggiare in 3G significa collegarsi alla rete internet completamente senza fili, ovvero sfruttando le frequenze radio. Rispetto al vecchio GPRS, la tecnologia 3G consente di usufruire di una più elevata qualità, stabilità e affidabilità dei servizi offerti, inoltre la larghezza di banda e la velocità di utilizzo sono decisamente maggiori; è infatti possibile navigare da dispositivi mobili quali smartphone, blackberry, tablet e pc portatili, fino a 384 Kbps.

Le offerte

Originariamente, il servizio veniva offerto dagli operatori tramite il pagamento di una tariffa base, calcolata sulla quantità di pacchetti dati trasferiti o sul tempo speso per la connessione; ad oggi invece sono molte di più le promozioni che permettono di sfruttare la rete attraverso il pagamento di un canone forfetario, che include anche una serie di servizi ed opzioni aggiuntive.

Con Wind ad esempio, è possibile viaggiare a 32 Kbps teorici in download, spendendo 5 euro grazie a Internet No Stop, per un massimo di traffico dati pari a 1 GB al mese. Tim 60+ e Tim Young Junior sono i piani tariffari dedicati agli over 60 e ai giovanissimi: bastano 6 euro al mese per ottenere 500 MB di traffico, assistenza telefonica 24 ore su 24 e Parental Control.

Con Super Internet Plus invece, i clienti 3 possono ricevere 4 GB in modalità ricaricabile o abbonamento; la spesa è di 5 euro ogni 30 giorni, Card Gold Cinema inclusa, mentre Vodafone, con Giga Start, offre 5 GB al costo di €10 al mese.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.